Serie D: l’Hinterreggio vince in trasferta a Gioia Tauro

HinterreggioSono bastati appena quattro giorni alla N. Gioiese per resettare quanto di buono aveva fatto vedere nelle precedenti dieci settimane. Una sconfitta che brucia quella subita nel derby con l’Hinterreggio che vede adesso la compagine viola distaccare di soli due punti il Noto ( sarà affrontata in trasferta alla ripresa del campionato) attualmente all’ultima posizione della griglia play out. Il derby stracittadino alla viglia lo avevamo presentato così: Tranquillo per gli ospiti avendo quasi raggiunto la salvezza, da vincere invece per i locali per distaccare in maniera definitiva le concorrenti da bollino rosso. E’ stato proprio così con la N. Gioiese che all’appuntamento con ilo derby ci è arrivata sin troppo carica dal punto di vista nervoso ( ha chiuso la gara con la doppia inferiorità numerica e senza il proprio mister in panchina) mentre l’Hinterreggio grazie a questo doppio bonus si è garantita la salvezza diretta e allo stesso momento strizza l’occhio ai play off che al momento distano sei punti. E’ stata una perfetta per i ragazzi di Ferraro che allungano nel loro momento positivo che dura da 5 settimane grazie alle ultime tre vittorie e due pareggi. Una media sicuramente molto importante che di fatto conferma che questa squadra con meno problemi (extracalcistici) avrebbe potuto lottare per i primi posti. Assenze importanti per i due tecnici, Viola senza lo squalificato D’Angelo e con Crucitti A in panchina ma solo per fare numero. Ferraro invece deve fare a meno del portiere titolare Parisi e di Corso ( ha scontato la doppia giornata di squalifica). Sia chiaro chi è andato in campo ha dato il meglio di se stesso, ma come detto le motivazioni hanno fatto la differenza. Dalla N.Gioiese tifosi ed addetti ai lavori si sarebbero aspettati qualcosa in più, invece in campo si è vista una squadra sin troppo nervosa che anziché giocare al calcio spesse volte ha cercato il contatto fisico con l’avversario. Un giochetto , questo, che alla lunga è andato bene all’ Hinterreggio che anche con l’equilibrio in campo ( per tutto il primo tempo) è andata vicina alla rete in parecchie occasioni. Solo tiri da fuori, invece, per la N. Gioiese , infatti la compagine di Viola è apparsa poco pungente nel reparto avanzato con Zampaglione costretto a fare il centrocampista e con Zecchinato non proprio in giornata. Ferraro invece schiera ancora una volta Cianci ( ottima la sua prova) davanti alla difesa con Scoppetta ( beccato a ripetizione dal pubblico di casa per aver rifiutato dopo la promessa fatta di vestire la maglia viola) e Papasidero a formare un muro quasi invalicabile. Corsie esterne affidate al sempre più promettente Maesano ( peccato per la sua espulsione avvenuta nel sottopassaggio) e Manganaro.Scelte quasi obbligate per Viola che inizialmente preferisce attendere spedendo Manfrellotti in panchina. Il suo ingresso ad inizio ripresa da più slancio alla squadra Viola ma già si era sulla doppia inferiorità numerica. Uhinterreggion rimpallo non favorevole a Scoppetta permette alla squadra di casa in avvio di gara a rendersi pericolosa con Crucitti il cui tiro dalla distanza viene murato dalla difesa reggina. Ci prova qualche minuto dopo Vitale sempre dalla distanza con il tiro terminato fuori . Finisce qui il carburante della N. Gioiese perché da questo momento in poi ( 27) sono i reggini ad andare più volte vicino alla rete. Ci prova De Marco che non riesce a battere a rete in seguito ad una uscita non proprio coordinata del portiere Panuccio. Favasuli al 35 ben servito in area di rigore non trova il momento per battere a rete e poi Forgione al 42 dopo aver saltato un paio di avversari manda il pallone di poco fuori. Nella ripresa le due squadre entrano decimate ( evidentemente negli spogliatoi c’è stato qualche contatto fisico di troppo) Maesano per i reggini e De Angelis per i locali sono costretti ad assistere alla partita dagli spalti così come anche per il trainer Viola. Con la doppia superiorità numerica diventa tutto più facile per l’Hinterreggio che trova la rete del vantaggio con De Marco il quale con un tiro non certo irresistibile non trovando nessuno davanti a disturbare la sua battuta a rete. Hinterreggio che a questo punto tira i remi in barca aspettando l’iniziativa della N. Gioiese che non arriva quasi mai tranne nel finale con tiri cross oppure con lanci dalla distanza, poca cosa per il giovane portiere Trani che è stato per buona parte della gara uno spettatore non pagante.

N.. Gioiese-Hinterreggio= 0 -1

Marcatori: De Marco al 50

Hinterreggio; Trani 6 Maesano 6 Manganaro 7 ( Filidoro al 90) Cianci 7 Scoppetta 7 Papasidero 7 De Marco 7 Forgione 7 Favasuli 7 ( Bonamonte dal 16 s.t. 6,5 ) Lavrendi 6,5 Spanò 6,5 ( Crisalli dal 16 s.t. 6,5) All. Ferraro 7

N. Gioiese; Panuccio 6 Cosoleto 6 Condomitti 6 ( Gambi dal 40 s.t.) Somma 6 Saccà 6 ( Trentinella dal 25 s.t. 5,5) Taverniti 6 Crucitti 6 Vitale 5 Zecchinato 5,5 ( Manfrellotti dal 20 s.t. 5,5) Zampaglione 6 De Angelis 6 All. Viola 6

Arbitro; Meraviglia di Pistoia 6,5

Note; Spettatori 700 circa. Espulsi: il tecnico della Gioiese Franco Viola per proteste, De Angelis e Maesano per reciproche scorrettezze, Vitale per gioco falloso. Ammoniti: Cosoleto e Forgione. Angoli 1-4 per l’Hinterreggio. Recuperi: 1’pt, 3’st