E se anche a Reggio e Messina si disegnassero peni per riparare buche e voragini?

Un’artista disegna peni sull’asfalto per indicare che la strada è dissestata. E dopo poche ore la buca viene chiusa. Perchè non fare cosi a Reggio e Messina?

Peni 2 Lui disegna falli sull’asfalto per indicare che la strada è dissestata. E dopo poche ore, la buca viene chiusa. Un misterioso “artista” di strada, che firma le proprie ‘opere’ con lo pseudonimo di Wanksy, è diventato l’idolo dei cittadini di Ramsbottom, un centro nell’area di Greater Manchester. Armato di bomboletta spray, il l’uomo evidenzia la presenza di buche sul manto stradale. Lo fa con opere assolutamente inconfondibili: ogni cratere viene circondato da un enorme pene. Risultato: le autorità cittadine intervengono per cancellare l’oscenità e riparano la strada. “Le buche non vengono mai riparate, restano lì per mesi. All’improvviso spunta un disegno, tutti lo vedono e la buca viene riparata”, dice l’artista a Newsbeat. A chi lo accusa di compiere atti osceni, replica: “Non si tratta di fotografie o di parti anatomiche. E’ un disegno, un’opera d’arte. Corpi nudi sono stati dipinti per anni. Ci sono statue nude. Sono espressioni artistiche. Bisogna essere profondamente moralisti per trovare tutto questo offensivo”. Reggio e Messina, le cui strade sono caratterizzate da enormi crateri, da voragini clamorose e pericolose, prendere esempio dall’eccentrico “artista” non sarebbe un’eresia. Alla fine conta il risultato, ossia la riparazione della buca che, a volte, può provocare incidenti anche gravi.