Regione Calabria: richiesto al Governo lo stato di emergenza per i Comuni di Petilia, Canolo, Oriolo e Scala Coeli

franeLa Giunta regionale si è riunita sotto la presidenza del Presidente Mario Oliverio – informa una nota dell’Ufficio stampa – con l’assistenza della Dirigente Francesca Palumbo Su proposta del Presidente Oliverio  si è deliberato di integrare la richiesta già fatta al Governo di dichiarazione dello stato di emergenza, formulata con deliberazione del febbraio scorso, estendendo la stessa agli eventi verificatesi, successivamente, nei territori dei Comuni di Petilia Policastro, Canolo, Oriolo e Scala Coeli, disponendo, allo stesso tempo, in loro favore, un primo contributo di 1.200.000 di euro. Su proposta del Presidente e dell’Assessore ai Lavori Pubblici Antonino De Gaetano si è deciso di revocare alcuni precedenti interventi deliberati e di accertare, conseguentemente, un’economia di euro 4.556.000 sull’obiettivo operativo 3.2 del Por Calabria Fesr 2007/2013. La delibera prevede anche  di  riprogrammare “le economie per l’esecuzione, da parte delle Amministrazioni provinciali, per lo stesso importo, di alcuni interventi di mitigazione del rischio da erosione costiera nei Comuni di Falerna, Gizzeria, Diamante, Amantea, Sangineto, Bonifati, Belvedere marittimo, Cetraro, Acquappesa, Guardia piemontese, Fuscaldo, Longobardi, Motta San Giovanni, Melito Porto Salvo e Reggio Calabria.