Regione Calabria, Maurizio Priolo segretario generale facente funzione

palazzo-campanellaL’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale, nella sua riunione odierna, ha approvato il disciplinare predisposto dal segretario generale per il conferimento degli incarichi dirigenziali al personale interno. Nella stessa seduta, l’organo di autogoverno dell’Assemblea ha disposto l’attivazione delle procedure di conferimento dei medesimi incarichi, scaduti da oltre due anni, mediante pubblici avvisi. Nelle more del completamento di questo iter, l’Ufficio di presidenza ha individuato nel dirigente della seconda Commissione “Bilancio e programmazione”, Maurizio Priolo, il nuovo segretario e direttore generale facente funzione. Priolo assumerà l’incarico dal prossimo primo maggio, data in cui verrà collocato a riposo l’attuale segretario generale, Carlo Pietro Calabrò.

“Ringraziamo l’avvocato Calabrò per aver accettato, all’inizio della legislatura, di proseguire la sua attività al vertice dell’amministrazione – ha sottolineato il presidente Scalzo – in una fase di transizione in cui era necessario procedere al riassetto della macchina organizzativa e burocratica del Consiglio regionale. Al contempo, la sua preziosa collaborazione ha consentito di garantire la continuità dell’azione amministrativa, assicurando il completamento del procedimento che ha portato in questo mese di aprile alla definizione di tutte le procedure riguardanti l’attuazione del decreto ‘Salva Roma’. Il Consiglio regionale, così – conclude Tonino Scalzo –, ha dato nuovo impulso agli uffici dell’Assemblea, sempre nel rigoroso rispetto della legge”.