A Reggio il XII Convegno Nazionale “Le lettere nella letteratura”

teatro-cileaSi terrà a Reggio, presso il Foyer del Teatro Comunale “F. Cilea”, il Convegno Nazionale sulla Letteratura, organizzato, con cadenza annuale, dall’Associazione Culturale Pietre di scarto. Con il tema del dodicesimo convegno, ”Le lettere nella letteratura”, si vuole richiamare l’attenzione su un particolare genere letterario originariamente limitato ad un pubblico scelto di interlocutori, familiari, amici, persone colte, e sul ruolo importantissimo che le lettere svolgono ancora oggi nell’elaborazione culturale, pur se in parte sostituite da altri mezzi che la tecnologia mette a disposizione: la “lettera”  è occasione privilegiata per riflettere con se stessi, prima che per comunicare con altri, fornisce informazioni preziose sul pensiero sia di chi scrive che del destinatario e sullo spirito, il costume, la civiltà di un’epoca. Quando lo scambio epistolare è tra uomini di cultura, l’interesse aumenta notevolmente.

ImmagineL’apertura del Convegno, mercoledì 15 aprile, è stata affidata a Rosellina Archinto, fondatrice della omonima Casa editrice, che, dopo un incontro con i giornalisti e gli Editori, terrà una relazione dal titolo fortemente allusivo, Viaggi di carta o il piacere della lontananza, la conclusione, con una lectio magistralis su Le lettere di don Milani, allo scrittore ed insegnante Eraldo Affinati, fondatore insieme alla moglie Anna Luce Lenzi, della Penny Wirton, una scuola di lingua italiana per stranieri: con lui dialogherà una rappresentanza di studenti delle scuole medie superiori di Reggio, che si sono preparati sotto la guida del critico della Rai, Stas’ Gawronski, ideatore e presentatore del programma di Rai Educational, Cult Book, dedicato ai libri.

Nelle due giornate centrali, giovedì 16 e venerdì 17 aprile, sono previste due relazioni: Le parole non sono di questo mondo, sull’interessante epistolario tra lo scrittore austriaco H. Hofmannsthal e il guardiamarina Edgar Karg, tenuta dal critico Saverio Simonelli, ideatore e conduttore del programma di TV2000, “La Compagnia del libro”, e Lettere al padre, tenuta dallo scrittore e giornalista di Avvenire, Alessandro Zaccuri con particolari ruferimenti a Leopardi e Kafka. Alle due relazioni seguiranno nei due giorni le tavole rotonde, moderate dal prof. Saverio Pazzano, nelle quali quali interverranno insieme a docenti reggini delle scuole che collaborano con l’Associazione Pietre di scarto, la messinese Nancy Antonazzo, presidente dell’Associazione Terremoti di carta, e il presidente di BombaCarta, il professore e critico Andrea Monda.

Un momento particolare è stato riservato alle Lettere nella comunicazione della fede: sull’argomento si soffermerà il sacerdote don Giovanni Cananzi in un incontro serale, presso la Chiesa di san Giorgio al Corso, venerdì 17 aprile.

Al Convegno è stato abbinato un concorso rivolto agli studenti: è stata nominata una giuria di docenti e alunni per la scelta delle lettere più significative tra quelle fatte pervenire alla segreteria dell’Associazione entro il 5 marzo 2015. Gli autori saranno premiati con libri offerti dai titolari delle librerie “Nuova Ave” e “D. Amaddeo” e dalla casa editrice “Sabbia Rossa”.

La mattina del 17 aprile, gli scrittori saranno nelle scuole a confrontarsi con gli  studenti nel corso di incontri organizzati e condotti da loro.

Novità del Convegno edizione 2015: la collaborazione con il Circolo del cinema “Cesare Zavattini”, che permetterà nel primo giorno la proiezione di “84, Charing Cross Road”, famoso film del 1987, diretto da David Hugh Jones, tratto dall’omonima raccolta epistolare di Helene Hanff, con protagonisti Anne Bancroft e Anthony Hopkins, il Dopo Convegno, con Eraldo Affinati che incontrerà i detenuti della Casa Circondariale di Arghillà, e Stas’ Gawronski che  alla Villetta “De Nava” terrà un laboratorio di lettura, finalizzato ad incrementare la comunicazione tra studenti di scuole diverse, già avviata con grande successo nei mesi precedenti, la collaborazione con l’ARS, artisti reggini della sanità, che assicureranno la lettura di lettere prima degli interventi dei relatori.

L’Associazione Pietre di scarto ringrazia quanti vorranno collaborare per la riuscita del Convegno, non un evento sporadico, come ce ne sono tanti, anche molto più importanti in Italia e nella stessa Reggio, ma tappa di un percorso di ricerca attenta e rigorosa, sistematicamente portata avanti di anno in anno con consequenzialità e con coerente sviluppo.

Per l’alto spessore culturale e il particolare valore educativo l’annuale Convegno sulla Letteratura di Reggio Calabria può essere considerato un prezioso   strumento di studio e di aggiornamento: il CIDI, Centro di iniziativa democratica degli insegnanti, soggetto qualificato per la formazione, lo ha inserito nella programmazione annuale, tra le attività finalizzate alla formazione del personale scolastico.