Reggio: travolto da un treno in transito, perde una gamba [DETTAGLI]

Dai primi accertamenti, l’uomo, che stava passeggiando lungo quella massicciata, sarebbe stato colpito da una cinghia del treno regionale 12722

binariSulla linea di Pronto Intervento 112 attestata presso la Centrale Operativa dei Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria, Gruppo di Locri, è pervenuta la telefonata di un’anziana di Ardore che ha rappresentato che il figlio 45enne, con lei convivente, l’aveva informata telefonicamente di essere caduto sui binari della locale tratta ferroviaria, ferendosi a una gamba, senza però essere in grado di specificare il luogo esatto. Conseguentemente, il Carabiniere che ha ricevuto la richiesta d’aiuto ha allertato la Centrale “movimento treni” di TRENITALIA di Reggio Calabria, allo scopo di far bloccare il transito di eventuali treni in transito sulla tratta, cercando al contempo, rimanendo a lungo al telefono con la madre del malcapitato, non prima di aver dato l’allarme al personale di soccorso del 118 e ad aver inviato sul posto le pattuglie delle Stazioni Carabinieri di Ardore e Sant’Ilario dello Jonio per effettuare immediate ricerche, posto che la vittima del presunto investimento non rispondeva al cellulare e vi poteva essere il rischio che transitasse un convoglio. Dopo poco più di 15 minuti, i Carabinieri precipitatisi sul posto hanno rintracciato il ferito, nei pressi dei binari, a circa 400 metri di distanza dalla stazione ferroviaria di Ardore, affidandolo ai soccorritori del 118, che lo hanno trasportato al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Locri, dove, per le gravi ferite riportate alla gamba sinistra, ha riportato l’amputazione dell’arto. Dai primi accertamenti, l’uomo, che stava passeggiando lungo quella massicciata, sarebbe stato colpito da una cinghia del treno regionale 12722 “Reggio Calabria – Roccella Ionica”, lì transitato alle 20.08 precedenti.