Reggio, stabilimento Ansaldo Breda: a maggio si decide il futuro

La riunione tra sindacati e azienda prevista per il 4 maggio stabilirà anche il futuro dello stabilimento Ansaldo Breda di Reggio

ansaldo-breda-rcDopo che a febbraio scorso l’Ansaldo Breda è stata ceduta da Finmeccanica al gruppo giapponese Hitachi sono cambiate le prospettive e gli obiettivi dell’azienda, come dello stabilimento reggino di Torre di Lupo. La presenza dei sindacati a Roma a partire dal 4 maggio fa credere che gli orizzonti della Hitachi presto cambieranno decidendo un futuro diverso, rispetto a quello fin’ora stabilito, anche per la struttura di Reggio Calabria. Che fine farà lo stabilimento reggino di Torre di Lupo? Dopo la riunione ai “vertici alti” si dovrebbe scoprire quali saranno le strategie ed il piano industriale che la Hitachi intende sviluppare per l’azienda specializzata della fabbricazione di veicoli di trasporto. Gli obiettivi da ridefinire nelle riunioni che verranno saranno sopratutto: come costruire, mantenere e rilanciare gli stabilimenti. Le decisioni più importanti saranno poi prese per quelle strutture che sono da anni in bilico ad una crisi societaria. Si spera perciò che le notizie per l’azienda con sede a Reggio siano rassicuranti e che invece non cavalchino l’ipotesi avallata secondo cui essa potrebbe essere depotenziata. Ciò rappresenterebbe un’altra terribile batosta per il tessuto produttivo di una terra già martoriata dalla crisi.