Reggio, sabato festa del tesseramento del Partito Comunista d’Italia

PcdiSabato 18 Aprile 2015 a Reggio Calabria, presso la sede del Partito Comunista d’Italia, in Via Sbarre Cent. Trav. V n. 33, si svolgerà l’annuale Festa del Tesseramento L’evento organizzato dai giovani della Federazione Giovanile Comunista si articolerà come segue:
- alle ore 19:30 ci sarà la presentazione della nuova struttura organizzativa della Federazione del PCdI di Reggio Calabri; seguiranno gli interventi del Segretario Provinciale Lorenzo Fascì e del Segretario Regionale Michelangelo Tripodi; compagne/i di diverse generazioni, simpatizzanti e sostenitori prenderanno parte al dibattito finalizzato alla ricostruzione di una presenza comunista;
– successivamentesi svolgerà una premiazione dei vecchi tesserati;
– dalle ore 20,30 in poi, tutti insieme attorno al grande tavolo del Salone, dopo aver rinnovato la tessera per chi non l’ha ancora fatto, ci sarà un momento di convivialità ad alternare il momento di discussione. E’, infatti, nella storia del Partito Comunista condividere momenti di convivialità e discussione ed è ancora oggi attuale nel nostro Partito anche perché vi è un momento positivo in cui oltre alla passione politica da tutti condivisa sui tempi sociali, vi è anche il piacere di stare insieme visto il clima di serenità che accomuna tutti, gruppo dirigente e semplici iscritti ed iscritte. Sarà una Festa volta all’unità dei Comunisti e della Sinistra, sarà la Festa dei nostri valori: la lotta per chi rivendica il diritto di lavorare, di avere una famiglia, per i precari, per gli immigrati, per chi è senza casa e lavoro, per chi soffre, per chi è sfruttato, a fianco di chi subisce violenze, a partire dalle donne. Sarà una festa finalizzata ad un’unità solidale come base essenziale per costruire quell’opposizione politica e sociale di cui tanto abbiamo bisogno. Ed è proprioper questo che vogliamo che sia la Festa di tutti e di tutte. Indubbiamente sarà la festa del Tesseramento – conclude la nota- ma accoglieremo indifferentemente nello stesso modo chi la tessera non vuole farla (non ancora!!)”.