Reggio: “con la proposta dell’introduzione delle unioni civili sono venuti meno alcuni valori”

Nonostante una richiesta di audizione inviata al Presidente della Commissione Statuto e Regolamento del Comune di Reggio e al Presidente del Consiglio, le predette istituzioni hanno ritenuto non rispondere

Famiglia1-615x380Nonostante una richiesta di audizione inviata al Presidente della Commissione consiliare permanente Statuto e Regolamento del Comune di Reggio Calabria e al Presidente del Consiglio Comunale della stessa città, le predette istituzioni hanno ritenuto non rispondere ed ascoltare soltanto associazioni, movimenti e gruppi di chiara estrazione di sinistra. Il Movimento Nazionale Cristiano Riformisti nel ricordare che l’attuale Sindaco nel presentare il programma per le elezioni amministrative assicurò che alcuni valori cristiani, come quello del matrimonio e della vita, sarebbero stati tenuti in debita considerazione nei provvedimenti che l’Amministrazione, se eletto, avrebbe preso; di fatto con la proposta dell’introduzione delle unioni civili è venuto meno quanto promesso e dichiarato ai cittadini nell’ultima campagna elettorale” afferma in una nota il presidente nazionale dei Cristiano Riformisti Antonio Mazzocchi. “Il Movimento Cristiano Riformisti – continua la nota- nello stigmatizzare questo atteggiamento non coerente e corretto da parte del Sindaco, fa appello ai media locali affinché l’Amministrazione del Comune di Reggio Calabria si confronti con tutti i movimenti, gruppi e organizzazioni che desiderino offrire un contributo al dibattito che non può essere solo di una forza politica al fine di approvare un regolamento non di tutti i cittadini, ma solo di una parte di essi. Il Movimento – in conclusione- si riserva di coinvolgere altri gruppi, associazioni e movimenti per organizzare a Reggio Calabria un’assemblea pubblica di protesta contro tali atteggiamenti faziosi e discriminatori”.