Reggio: il “Progetto Macramè” per un legame solidale

L’evento che si è svolto il 27 Marzo è un insieme di “reti solidali”

macramèSi è svolto venerdì 27 marzo il convegno per presentare il “Progetto Macramè”: il progetto è promosso da quelle stesse realtà associative di Reggio Calabria e provincia, che insieme vogliono “Tessere solide reti solidali, “affinchè le diverse esperienze esistenti non rimangano fini a se stesse – dichiara Saverio Pazzano, presidente dell’associazione MAESTRI DI SPERANZA, – ma possano intrecciarsi tra di loro in modo permanente.  Diversi gli ambiti d’azione tra i quali cultura, cooperazione, ambiente per formare ed educare alla cittadinanza attiva attraverso un  percorso di coscientizzazione. Maestri di Speranza, A’rua, Arci, Avis, Did.Ar.T., Ricerca Alternativa e l’istituto scolastico ”San Vincenzo de’ Paoli” si sono raccontati ai tanti presenti, ognuno, testimoniando la propria specificità e il proprio percorso. in via eccezionale si trovano a collaborare associazioni storiche come l’Avis e realtà più recenti come Did.Ar.T. e Ricerca Alternativa che nascono entrambe come conseguenza naturale di percorsi spontanei. La sfida è stata lanciata: cento giovani, per diciotto mesi saranno impegnati in modo attivo per lasciare il mondo un pò migliore di come l’hanno trovato.