Reggio, Ordine dei Medici: consegna delle onorificenze agli iscritti che in questa annualità compiono 50 o 60 anni di professione medica

Approvata anche all’unanimità sia il conto consuntivo che quello preventivo

mediciSi è svolta, presso l’Auditorium di Via S. Anna, l’assemblea annuale degli iscritti dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della Provincia di Reggio Calabria che si è coniugata con la consegna delle onorificenze agli iscritti che in questa annualità compiono 50 o 60 anni di professione medica. In questa occasione, l’iniziativa si è svolta in contemporanea con l’assemblea annuale che ha decretato l’approvazione all’unanimità sia del conto consuntivo, quanto di quello preventivo. Come ha evidenziato il tesoriere, Dr. Bruno Porcino, l’ente si conferma abbondantemente in attivo, con i conti in ordine e con la quota di iscrizione più bassa di tutta Italia. Il tesoriere ha potuto sfoggiare un attivo, al 31 dicembre 2014, di ben 325 mila euro. I lavori sono stati brillantemente coordinati, come tradizione, dal Dr. Vincenzo Nociti, segretario dell’ente, che ha invitato l’assise ad osservare un istante di raccoglimento per i colleghi che, nel corso dell’ultimo anno, sono deceduti. Il Dr. Nociti, come ogni anno, ha snocciolato i numeri dell’Ordine dei Medici che, a fine anno, contava 4710 iscritti per i medici e 568 per gli odontoiatri.

Il Presidente della Commissione Odontoiatri, il Dr. Filippo Frattima, nel suo intervento, si è soffermato sulla questione della pubblicità ingannevole e del turismo dentale. “Tanti – ha sottolineato il Dr. Frattima – sono i problemi che dobbiamo affrontare, non ultimo la crisi che continua a sfiancare la categoria, tanto da indurre alcuni colleghi ad adottare messaggi pubblicitari che offendono tutti noi, forse pensando di combattere una informazione deviata ai pazienti odontoiatrici che, spesso, crea illusioni di paradisi nei quali si possono ottenere, a basso costo, prestazioni che non offrono garanzie di qualità ma che, purtroppo, molto spesso creano danni che, in molti casi, siamo noi a dover riparare, laddove questo si renda ancora possibile”.

“Il cosiddetto turismo dentistico – ha aggiunto il Presidente della Commissione Odontoiatri – non è solo elemento negativo che, in questo momento, l’odontoiatria italiana, ed in particolare quella calabrese, deve affrontare, perché, accanto a questo, continua ad esserci un imperante abusivismo sul quale gli organismi preposti non riescono ad incidere”.

Il Dr. Frattima ha annunciato un’azione comune con i responsabili delle Commissioni odontoiatriche delle altre province al fine di instaurare un tavolo di concertazione con il nuovo dirigente della sanità ed il nuovo Commissario per ottenere una regolamentazione sui requisiti degli studi

E’ toccato, quindi, al Presidente dell’Ordine dei Medici, il Dr. Pasquale Veneziano, tirare le somme di un anno di lavoro e ringraziare i singoli consiglieri ed il personale per il contributo offerto alla causa dell’ente.

“L’anno ordinistico che si è appena concluso – ha evidenziato Veneziano – è stato un anno importante sia perché sono state svolte le elezioni sia perché, per la prima volta, abbiamo ricevuto la visita di ben due ministri. Prima il Ministro per gli Affari Regionali, Maria Carmela Lanzetta, e poi il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin alla quale sono state evidenziate le numerose difficoltà in cui sono costretti ad operare i medici calabresi. Il Ministro ci ha assicurato che si sarebbe adoperata per lo sblocco delle assunzioni e sarebbe ritornata in Calabria nel mese di marzo. Siamo ad Aprile ed ancora non si è visto nulla. Speriamo almeno che le 108 assunzioni promesse dal neocommissario alla Sanità, possano presto concretizzarsi”.

Nel corso delle relazioni è stato evidenziato l’apporto dell’ex Direttore dell’Ordine, Rag. Franco Caridi, di recente andato in quiescenza, punto di riferimento per tutta la categoria per intere generazioni di medici, la cui premiazione sarà svolta durante il tradizionale giuramento di Ippocrate dei neoiscritti in programma il 17 maggio prossimo.

Per i sessant’anni di professione medica sono stati premiati i dottori: Ettore Corrado, Domenico Gambacorta, Maria Muscari Tomajoli e Mario Viola mentre per i cinquant’anni di laurea, a ricevere, la medaglia dell’Ordine dei Medici sono stati i dottori: Renato Alessi, Francesco Antico, Antonino Attinà, Domenico Campolo, Salvatore Caratozzolo, Nicola D’Andrea, Giuseppe Furina, Giovanni Galasso, Franco Iacopino, Giuseppe Giovannella, Rocco Idone, Mario Lucà, Antonio Martino, Arturo Occhiuto, Alberto Orlando, Andrea Panella, Mario Petea, Alfredo Benito Postorino, Domenico Raimondo Saladino, Concetta Sciotto e Pietro Simonetta. Una targa è stata conferita anche a Giuseppe Bolignano che, in qualità di autore di un diario sulla vita di San Gaetano Catanoso, ne ha fatto dono ad ognuno dei premiati. La premiazione è stata officiata dai componenti del consiglio dell’Ordine dei Medici reggino.