Reggio, lettera a Curia reggina: “Mussolini ha fatto la storia”

Delfino: “Con immenso piacere ,avevo appreso dell’iniziativa di una messa in suffragio allo storico Benito Mussolini . Colui che dai nostri nonni è raccontato con tanta ammirazione e rispetto”

benito mussoliniLettera di Loredana Delfino alla Curia di Reggio:

Con immenso piacere ,avevo appreso dell’iniziativa di una messa in suffragio allo storico Benito Mussolini . Colui che dai nostri nonni e’ raccontato con tanta ammirazione e rispetto.  In breve, dopo la critica meschina ed anticattolica dei consiglieri comunali (PD) che si trovano a palazzo San Giorgio ,la messa viene ad sospesa da voi giustificandone una questione politica .Nel dubbio, credo che  sia piu’ una questione politica” il segnalare”   la messa , da  chi con soddisfazione mostra  un pugno chiuso durante una riunione comunale , che da gente anziana che ha vissuto un uomo cosi importante, che fa parlare di se anche da morto . Sicura che gli attuali   consiglieri comunali opposti al Suo ideale dovranno sudare parecchio per poter far parlare di se anche dopo della morte , mi rivolgo a voi   e non in merito alle questioni politiche . La cristianita’ non e’ mai stata negata a nessuno, e DIO , come ci insegnate , non ha mai chiuso le porte della sua chiesa facendo distinzione . Quella di Benito Mussolini e’ una semplice messa in suffragio di un morto  che ha fatto la storia . Di certo ad una messa in ricordo sono automaticamente presenti :amici , simpatizzanti (in quanto uomo storico ), parenti e tutti coloro che avevano in comune qualcosa . E’ semplicemente un pregare insieme per una persona che e’ rimasta nei nostri cuori , approfittando dei suoi 70 anni di scomparsa . Se il ricordo puo’ fare cosi tanta paura a qualcuno  da vietarne o criticarne una messa ,mi convinco sempre di piu’ che abbiamo trovato colui che  oggi possa scagliare  la prima pietra .In attesa stavolta di  una Vostra posizione diversa ,piu’ flessibile e con una visione maggiormente pastorale , di chi non nega una preghiera, Vi porgo i miei piu’ sinceri saluti”.

Delfino Loredana