Reggio: lettera aperta a Monsignor Morosini

nuova Autostrada A3 Salerno Reggio Ciucci Oliverio Morosini foto simone pizzi (14)Lettera aperta di un cittadino di Reggio Carmelo Trapani a Monsignor Morosini:

Eccellenza reverendissima ,
le scrivo da fedele e da cattolico nonchè da militante politico della destra reggina ,; le vicende ultime sulla messa ordinata da un gruppo di simpatizzanti reggini alla memoria di Benito Mussolini e dei caduti della RSI hanno determinato il suo autorevole intervento nella veste di pastore e guida spirituale di questa nostra comunità , senza voler sindacare in modo alcuno il suo operato visto che è stato giustificato dall’opportunità ( da lei valutata) di non far strumentalizzare una funzione religiosa politicizzandola avrei , ed avrebbero i miei amici politicamente schierati come me , gradito che nel suo comunicato si facesse cenno al fatto che lei da pastore di anime e rappresentante super-partes della chiesa avrebbe provveduto personalmente ed in forma privata in una cappella riservata alla celebrazione di una messa per l’anima del fratello (anche suo visto che era un cattolico) e di tutti i fratelli vittime di tutte le guerre . Purtroppo lei a preferito uno scarno ed asciutto comunicato in modo da far pensare che oltre alla politica anche la chiesa è fatta di uomini , e se come diceva qualcuno la donna è mobile io direi allora che l’uomo è volubile ! Concludo ricordandole la figura di Carlo Scorza ultimo segreterio del PNF , suo concittadino , che venne salvato dall’ennesima esecuzione sommaria dei partigiani riparando e venendo protetto dai frati minimi del Santuario di Paola , ordine a cui lei appartiene e che ha diretto per anni.

Carmelo Trapani