Reggio: “lavoratori Idrorhegion: Non possiamo tacere davanti le loro istanze”

palazzo san giorgio“La situazione dei 40 lavoratori della società Idrorhegion non acquisiti dalla multinazionale Acciona Agua si aggrava e la politica tace. Infatti, costoro, vittime di un licenziamento collettivo, non godranno dei dovuti ammortizzatori sociali poiché la procedura non si è perfezionata entro i 120 giorni decorsi dall’accordo sindacale. Questi 40 lavoratori, che rappresentano 40 nostre famiglie reggine, si ritroveranno senza lavoro e senza aiuti sociali” afferma in una nota Mary Caracciolo, consigliere comunale di Forza Italia. “L’amministrazione comunale, in qualità di committente del servizio affidato alla società spagnola, non può continuare a rimanere inerte o ad intraprendere meramente iter troppo lunghi e certamente non produttivi di opportuni risultati. Era stato chiesto – continua- pubblicamente al Sindaco di convocare i rappresentati delle parti interessate al fine di attivare un tavolo interlocutorio o comunque di condividere questa linea nel Consiglio Comunale Straordinario di giorno 30 aprile e ciò che invece si è ottenuto è solo che l’argomento sia discusso in Commissione per poi eventualmente essere oggetto di un futuro Consiglio. È evidente che ciò non basta! Le parole non bastano davanti a 40 lavoratori che stanno lottando per il lavoro. La politica deve stare al passo con il tempo e laddove servono interventi urgenti devono essere intrapresi. Si rischia, altrimenti, di creare un distacco troppo ampio tra Palazzo San Giorgio e i cittadini, che in un momento di profonda crisi hanno diritto quantomeno a delle risposte. Non vorrei – conclude- che il palazzo di vetro diventi più che altro una “campana di vetro”, sorda alle istanze della Città!”