Reggio, immigrato con la malaria ricoverato in corsia: “grande preoccupazione”

Le parole del responsabile FIL SANITA’ Francesco Anoldo Scafaria sull’immigrato con la malaria ricoverato all’ospedale di Reggio

Malaria“Mi tocca purtroppo confermare la notizia apparsa stamattina su diversi Giornali Online. Ieri sera presso il reparto Morelli è stato ricoverato uno dei profughi con una diagnosi che non ci deve fare allarmare ma ci deve preoccupare: ‘MALARIA’”. Lo afferma in una nota il responsabile FIL SANITA’ Francesco Anoldo Scafaria.

“Diciamo che un complimento va fatto alla direzione aziendale ed al Primario del Reparto di medicina che prontamente recepita la gravità del caso si sono prodigati affinché il paziente sia trasferito nel reparto di Malattie Infettive. Detto questo però  non posso che mettere in risalto una falla nella macchina allestita dalla prefettura ,che tra l’altro da qui in avanti sarà costretta ad affrontare quella che sembra un’Emergenza di proporzioni Planetaria. La mia domanda è: cosa ci faceva un pz infetto,in una corsia, e per giunta ricoverato in corridoio?,dove a condividere questo spazio c’era anche un  pz neo trapiantato di Rene?” conclude Francesco Anoldo Scafaria.