Reggio: i giovani Democratici di Cardeto incontrano il sindaco del paese

I GD di Cardeto incontrano l’amministrazione comunale. Presto assemblee civiche per ragionare delle necessità del territorio

Giovani DemocraticiIl gruppo dei Giovani Democratici di Cardeto ha incontrato l’amministrazione comunale e il Sindaco Pietro Fallanca.  L’incontro segue la stesura del documento programmatico redatto dai GD Cardeto nei giorni immediatamente successivi all’inaugurazione del circolo, lo scorso 1 aprile.  La delegazione, guidata dal segretario del circolo Antonino Fotia, ha messo a punto una serie di problematiche che sono state illustrate al primo cittadino e alla giunta in un clima disteso e sereno. In particolare, sono state affrontate le questioni relative alla necessità di un miglioramento dei servizi di trasporto pubblico e della viabilità, in modo da consentire spostamenti più agevoli alla cittadinanza. I Giovani Democratici hanno posto anche alcune osservazioni sull’attuazione dell’isola ecologica e sul rischio idrogeologico al fine di realizzare interventi definitivi e mirati a prevenire il dissesto, piuttosto che le solite soluzioni tampone.
Ma al centro dell’incontro anche l’implementazione del servizio di rete mobile in tutto il territorio del comune, così come già espresso in una lettera inviata nei giorni scorsi all’amministrazione. Un servizio ristretto, soprattutto nelle zone di Cardeto Nord e Cardeto Sud, che limita le azioni quotidiane dei cittadini e lo sviluppo delle aziende che insistono su quella porzione di territorio. Un’esigenza, quella della banda larga a Cardeto, di cui oggi non si può più fare a meno per un miglioramento complessivo della vita di ogni giorno.
Le proposte dei GD sono state accolte dall’amministrazione che ha prospettato una più ampia partecipazione dei residenti nelle assemblee pubbliche che a breve saranno realizzate con la cittadinanza.  A margine dell’incontro i Giovani Democratici di Cardeto auspicano un diverso ruolo anche della minoranza in Consiglio Comunale affinché agisca in maniera costruttiva nell’interesse della comunità di Cardeto.