Reggio, Gratteri: “istituire con urgenza il reato di “pubblicazione arbitraria di intercettazioni”"

nicola_gratteriPrevisione di una nuova fattispecie di reato da introdursi all’art. 595-bis c.p. di “Pubblicazione arbitraria di intercettazioni”: e’ una delle proposte della commissione Gratteri tra quelle “volte a colmare macroscopiche lacune emerse nella prassi in ottica ‘effettivita” del diritto di difesa e riservatezza delle comunicazioni”. Il nuovo reato si accompagna, tra l’altro, alla previsione dell’”inedito divieto” all’autorita’ giudiziaria a inserire il testo integrale delle intercettazioni. Quest’ultima disposizione – e’ scritto nella proposta – “mira a una tutela rafforzata del diritto di privacy, eliminando il fenomeno negativo della divulgazione, proprio tramite gli atti dell’autorita’ giudiziaria, del contenuto di informazioni che esulano l’accertamento processuale. Si vuole cosi’ porre uno deciso e serio sbarramento alla possibilita’ che la lesione alla sfera riservata degli intercettati possa trovare la sua origine nell’ attivita’ di impiego procedimentale o processuale dei risultati delle intercettazioni”.