Reggio, crisi Atam: “i lavoratori beffati dalla burocrazia regionale”

Cgil-Cisl-Uil: “un bonifico da 700 mila euro a favore dell’azienda relativo a un credito del 2013 è stato canalizzato sul conto corrente che ormai l’azienda aveva disattivato”

atam-reggio “I lavoratori dell’Atam beffati dalla burocrazia regionale. Un bonifico da  700 mila euro a favore dell’azienda relativo a un credito del 2013 è stato canalizzato sul conto corrente che ormai l’azienda aveva disattivato. Il risultato di questa mancanza ha fatto sì che ai lavoratori non venisse corrisposta la mensilità di gennaio, creando notevoli disagi alle loro famiglie e quindi a non poter far fronte alle necessità quotidiane: spese mediche, mutui, tasse locali” affermano in una nota la Cgil-Cisl-Uil. “Le Rsa aziendali Cgil Cisl e Uil – continuano- da tempo avevano allertato la prefettura, il Comune e la regione ma purtroppo questo non ha sortito gli effetti dovuti. Eventuali disservizi non sono da imputare agli operatori di esercizio od al personale che ad oggi -conclude- si sta facendo carico di una situazione che non normale.”