Reggio, contratto del commercio: per Confesercenti continua ad essere vigente il contratto di dicembre 2013

confesercentiConfesercenti ribadisce “la ferma volontà di portare avanti il confronto negoziale con i sindacati, per arrivare ad un rinnovo contestuale dei contratti di terziario e turismo che però tenga conto del difficile scenario economico e dell’ancora grave situazione in cui versano gran parte delle PMI dei due settori. La Confesercenti ha valutato che, pur in presenza di positivi accenni di ripresa dell’economia, rimane insufficiente la domanda per il mercato interno. Mercato dei consumi interni che negli ultimi anni ha visto particolarmente penalizzate le piccole e medie imprese. In tale quadro Confesercenti è comunque intenzionata a mantenere aperto il tavolo del confronto con le controparti sindacali per favorire un rinnovo contrattuale che recepisca le specifiche peculiarità delle PMI. Confesercenti evidenzia infatti che nel commercio, nel turismo e nei servizi sono occupate oltre 6 milioni di persone, il 50% delle quali in imprese con meno di 9 dipendenti. Confesercenti ha dato ai rappresentanti di Fisascat, Uiltucs e Filcams la più ampia disponibilità ad una trattativa tesa a definire i rinnovi dei contratti del terziario e del turismo, a condizione che in entrambi i settori vengano valorizzati ruoli e specificità delle PMI, nell’ottica di una visione che punti a mantenere i livelli occupazionali, sostenere la possibilità di ripresa e garantire maggiore stabilità alle PMI. Con un rinnovo orientato anche a valorizzare e ridefinire nuove regole di governance e funzionamento degli istituti bilaterali, prevedendo l’estensione dei servizi anche alle imprese e alle altre categorie produttive. Il nostro auspicio è di riuscire a definire entrambi i rinnovi contrattuali entro l’estate. Nel frattempo per Confesercenti e per le imprese aderenti del settore terziario continuerà pertanto ad avere vigenza il contratto scaduto alla fine del 2013. Per Confesercenti e per le imprese aderenti pertanto continuerà ad essere applicato il CCNL TDS scaduto il 31 dicembre 2013 e nessun aumento dovrà essere erogato a far data 1 aprile 2015″.