Reggio, comitato Antimafia: Confcommercio aperta al confronto

ConfcommercioConfcommercio accoglie con favore l’istituzione del “Comitato per l’attuazione di politiche antimafia e di promozione dei valori della legalità e della sicurezza 2015-2017” approvato nei giorni scorsi dalla Giunta comunale di Reggio Calabria e recepisce in maniera propositiva il relativo regolamento per l’istituzione ed il funzionamento dello stesso. Così come dettato l’A.N.AC. (Autorità Nazionale Anticorruzione) che su proposta del Dipartimento della funzione pubblica ha approvato il Piano Nazionale Anticorruzione. Con l’approvazione si avvia la fase di attuazione della legge anticorruzione attraverso la pianificazione della strategia di prevenzione a livello comunale. Per Confcommercio legalità e trasparenza devono stare al centro dell’attenzione per supportare l’amministrazione comunale nella definizione ed attuazione di politiche antimafia e promuovere i valori della legalità e della sicurezza. “L’impegno nell’antimafia non può diventare un mestiere ma deve essere esercitato rispondendo a un codice etico da persone che hanno un alto profilo morale. C’è bisogno – afferma il Presidente di Confcommercio Reggio Calabria, Giovanni Santoro – di avviare un operazione trasparenza a 360° che coinvolga enti e associazioni di categoria per un segnale di cambiamento”. Confcommercio Reggio Calabria si dichiara sin da subito aperta al confronto con l’amministrazione comunale per costruire percorsi indirizzati alla concreta opposizione ai fenomeni mafiosi. “Chi fa attività antimafia è una persona normale, non è un eroe – sottolinea ancora Santoro – E’ un dovere di ogni cittadino e non solo delle forze dell’ordine. Ci vogliono delle regole e bisogna fare rete affinchè, forti dei principi morali e senso civico, si possa contrastare il fenomeno mafioso che ostacola lo sviluppo socio-economico della nostra provincia”.