Reggio: caso di “buona sanità” ai Riuniti

Caso di “buona sanità” all’Opsedale Riuniti di Reggio: una coppia di conigi raccolta la loro vicenda

osp-riuniti-repIl sud Italia e la Calabria in particolare sono noti per vicende di “malasanità”, ma stavolta raccontiamo un caso positivo. Stamani la Gazzetta del Sud, racconta una testimonianza di una coppia di coniugi reggini. “Saputo di una grave patologia che ha colpito mio marito – racconta la donna – una malattia progressiva di tipo neurologico, è iniziato il nostro calvario: contatti telefonici, visite mediche specialistiche fuori regione, spese da affrontare.  Rovigo, Siena ma è a Reggio che abbiamo trovato la svolta dove i medici dei Riuniti sono stati in gradoi di adottare la terapia consigliata per mio marito. Grazie a tutti i medici”, conclude la donna.