Reggio: a Palazzo San Giorgio per spiegare quanto “sia inutile” il registro delle “unioni civili”

La Dott.ssa Paola Roschetti e l’Avvocato Antonio Marino sono intervenuti all’evento

unioni civiliNel pomeriggio di ieri a Palazzo San Giorgio, la Dott.ssa Paola Roschetti e l’Avvocato Antonio Marino, rispettivamente responsabile delle politiche per la famiglia e consulente legale per la famiglia dell’ Associazione di volontariato Istituto Per la Famiglia (I.P.F.) Sez. Gilberto Perri (RC) hanno dato il proprio contributo alla discussione avvenuta per audizione presso la Commissione Consiliare “Statuto e Regolamenti” a proposito  del Registro Comunale delle Unioni Civili.

I due rappresentanti dell’IPF hanno esposto in modo puntuale e schematico la situazione italiana per ciò che concerne i diritti già acquisiti dalle coppie omosessuali, sottolineando per questo l’inutilità dell’istituzione del registro e del regolamento, considerato anche il numero esiguo di iscrizioni avvenuto nei comuni dove lo stesso è stato approvato. Al punto che – ha riferito l’Avv. Marino – in alcuni comuni il registro è stato destituito perché mai utilizzato.

Si è ribadita inoltre la necessità di rivedere la proposta di regolamento affinché non siano lesi i diritti e le libertà ideologiche di alcuno in modo particolare della Cristianità che comunque rimangono aperti all’amore e al perdono del prossimo, rispettandone l’individualità senza prevenzioni dettate dall’altrui scelta su ideologie politiche o identità sessuale.

La Dott.ssa Roschetti ha altresì ribadito i principi su cui non è possibile transigere: nell’eventualità che il Registro sulle Unioni Civili venga istituito, dovranno al contempo sussistere, per le unioni di fatto,  gli opportuni veti sul matrimonio e sull’adozione; ambiti  questi che meritano,  per  complessità e rilevanza sotto il profilo sociale l’uno, e socio – pedagogico l’altro,  un’analisi composta, competente ed approfondita. L’attenzione è stata poi focalizzata dalla Dott.ssa Roschetti sull’importanza della valorizzazione della Famiglia Naturale che, anche a seguito della mozione Ripepi (di recente approvata e pubblicata) attende adesso una data per la celebrazione della sua  Festa a Reggio Calabria.