Reggina, adesso tocca ai tifosi: domenica al Granillo in 30.000 per accogliere gli australiani

Reggina, domenica 3 maggio alle 15 al Granillo il derby con il Catanzaro: è l’occasione per i tifosi si dare un messaggio ai nuovi proprietari del club, ritrovare entusiasmo, riempire lo stadio e dimostrare tutto il calore che questa piazza è in grado di dare

Reggina sogno australiano stadioNon vado più allo stadio finché c’è Foti“. In quanti negli ultimi anni si sono allontanati dalla Reggina con questo tipo di motivazione? Lo scopriremo presto, tra pochi giorni: domenica 3 maggio al Granillo (ore 15:00) c’è Reggina-Catanzaro, che può avere ancora un senso importante per il campionato perché dopo la restituzione di 10 punti di penalizzazione, la squadra è ancora in corsa per la salvezza e battere il Catanzaro potrebbe significare avvicinarsi in modo molto concreto ai playout. Ma non solo. E’ l’ultima partita della stagione in casa, l’ultima partita al Granillo con Foti proprietario.

nick scali (3)Può essere, inoltre, la partita della rinascita amaranto: la cessione alla nuova proprietà di imprenditori italo-australiani guidati dal ricchissimo Nick Scali sembra ormai cosa fatta, “è questione di giorni” ha detto Foti facendo riferimento alla firma che ratifica il passaggio di consegne. L’accordo è già stato raggiunto e gli imprenditori italo-australiani hanno intenzione di investire 10 milioni di euro in tre anni per riportare il club “almeno in serie B”, una categoria a cui si potrà ambire già dal prossimo campionato viste le certezze di disputare ancora la Lega Pro. Se non dovesse arrivare la salvezza sul campo, infatti, con una società così solida il ripescaggio sarebbe naturale, alla luce delle 10-15 defezioni che verranno meno in estate.

Domenica il Granillo deve avere la forza di dimostrare a questi nuovi investitori che cos’è in grado di fare Reggio Calabria. Deve accoglierli con passione, calore e quello spettacolo, tipico della serie A, che i tifosi amaranto hanno più volte testimoniato di saper regalare sugli spalti del Granillo. Adesso tocca ai tifosi. Foti ha fatto di tutto per salvare il club e garantirgli un futuro importante, senza alcun sostegno dal territorio, senza sponde e aiuti di natura privata ne’ tanto meno istituzionale. Sta lasciando nel modo migliore, dopo 29 anni di successi straordinari prima impensabili per questa realtà, con una storia completamente rivoluzionata, con un Centro Sportivo d’eccellenza e con una struttura appetibile per investitori importanti di caratura internazionale.

Adesso, però, tocca alla gente di Reggio. Non ci sono più scuse. Foti sta lasciando dopo il successo forse più grande, l’aver trasformato un momento di grande sofferenza in un’altra straordinaria opportunità. Domenica al Granillo dev’esserci il pienone con tutta quella passione tipicamente reggina che possa dare ulteriore entusiasmo e convinzione ai nuovi proprietari del club per un futuro di grandi successi.