Reggina, squadra in campo dopo la batosta penalizzazione: quale spirito contro il Savoia?

La Reggina sta preparando il match di domenica contro il Savoia. Tutto da scoprire lo spirito con cui la squadra affronterà il match

LaPresse/Cafaro Gerardo

LaPresse/Cafaro Gerardo

A 24 ore dalla matematica retrocessione per via della penalizzazione di 12 punti, la Reggina si è ritrovata questo pomeriggio al Sant’Agata. La sfida contro il Savoia si avvicina, tutto da scoprire lo spirito con cui gli amaranto scenderanno in campo domenica alle 14:30. Intanto oggi partitella tra una Reggina composta dai probabili titolari contro le riserve e alcuni ragazzi della Berretti. Primo tempo privo di emozioni, solo qualche tiro fuori dallo specchio della coppia Di Michele-Viola. Non corre pericoli nemmeno Belardi. Nel secondo tempo arriva la rete di Alessio Viola che è passato con la seconda squadra. Non hanno partecipato alla solita sgambata settimanale gli infortunati Aronica, Maimone, Gallozzi e Louzada. In vista della gara con il Savoia è facile intuire che Alberti tornerà a schierare la difesa a quattro con Ungaro e Benedetti sulle fasce e Camilleri e Cirillo centrali. Davanti la difesa potrebbe giostrare il giovane Mazzone con mezzale Armellino e Salandria. Tridente invece composto da Insigne, Di Michele e Viola.  Per domani prevista soltanto una seduta mattutina.

Reggina 4-3-3: Belardi (Kovacsik); Ungaro (Ammirati), Cirillo (Magri), Camilleri, Benedetti (Karagounis); Salandria (Condemi), Mazzone (Velardi), Armellino (Salandria); Insigne (Zibert), Di Michele (Masini), Viola (Balistreri).

Marcatore: Viola