Reggina, Mimmo Praticò adesso getta la spugna: “possiamo sperare solo nel ripescaggio”

Mimmo Praticò ha seguito la squadra anche a Benevento e nel post-partita, amareggiato dal risultato, ha espresso considerazioni abbastanza nette e pesanti sulla situazione della squadra e del club

mimmo_praticòIntervistato dai microfoni di Rocco Musolino su Radio Touring 104 nel post-partita di Benevento allo stadio Ciro Vigorito, Mimmo Praticò getta la spugna sulla situazione della Reggina, dopo che fino a pochi giorni fa aveva incitato la squadra: “l’unica speranza è il ripescaggio, è difficile da pensare, ma ci rimane solo questo. Oggi la squadra ha dimostrato tutti i suoi limiti, inutile sperare in un futuro che possa essere migliore, anche vincendo tutte le partite non credo che possiamo pensare a qualcosa di positivo. Guardiamo avanti, guardiamo al futuro, l’importante è che si incominci a guardare veramente di futuro, e i gruppi interessati alla Reggina non devono aspettare l’ultimo secondo per arrivare quando ancora c’è un po’ di ossigeno e non quando bisogna ormai fare solo il funerale. Io a inizio stagione non credevo mai e poi mai che questa squadra potesse essere così in basso, la sto seguendo ovunque in casa e in trasferta da tifoso, perchè mi fa male vedere questa squadra in questa situazione, è un segno di solidarietà in un momento più che difficile. La Reggina forse è già alla fine dei suoi giorni e io in questi giorni le voglio stare vicino perchè le voglio bene. Mi auguro che possa arrivare qualcuno perchè Reggio Calabria, una città di 200.000 abitanti, non può pensare di disputare la Prima Categoria“.