Reggina, incontro a Palazzo San Giorgio con il Sindaco Falcomatà: “è motivo di orgoglio, faremo di tutto per salvarla”

Incontro a Palazzo San Giorgio tra il Sindaco Falcomatà, il consigliere regionale Nicolò e Praticò, già presidente del Coni Calabria: si è discusso della difficile situazione finanziaria in cui versa la Reggina

reggina logoSi è svolto a Palazzo San Giorgio un incontro tra il Sindaco Giuseppe Falcomatà, il presidente del gruppo consiliare di Forza Italia alla Regione, Alessandro Nicolò, e Mimmo Praticò, già presidente del Coni Calabria. La riunione è servita per uno scambio di idee sulla difficile situazione finanziaria in cui versa il club Reggina Calcio e sono state valutate alcune iniziative per affrontare i nodi della delicatissima situazione. In primo luogo appare necessario il coinvolgimento nella gestione della società di imprenditori reggini disponibili ad assumersi gli oneri che la questione richiede, per giungere in tempi rapidi ad un esito positivo. Inoltre, il presidente della Reggina, Lillo Foti, ha riferito dell’entusiastica accoglienza riservatagli durante il suo viaggio in Australia, da parte di alcuni imprenditori del posto che avrebbero manifestato grande interesse al rilancio della società sportiva del Sant’Agata e, altresì, ad un più vasto impegno economico nella Città di Reggio Calabria e nel suo territorio.

stadio granilloA conclusione della riunione, si è convenuto sulla necessità di incontrare urgentemente  i vertici della Federazione nazionale per porre in essere gli effetti mitigatori di decisioni che colpiscono non solo la Reggina, ma l’intera comunità. “La Reggina, non è solo una squadra della città di Reggio Calabria, ma della Regione, motivo di orgoglio per tutti i calabresi- ha dichiarato il sindaco Falcomatà,  che ha proseguito- La squadra della Reggina è patrimonio della città e,  per tale motivo, dobbiamo stare vicini ad essa, risolvere i problemi di oggi puntando al futuro”. “La squadra amaranto non è sola, c’è la volontà politica di risolvere la situazione, ecco perché guardiamo con attenzione a questo patrimonio che non  vogliamo si disperda. Ci teniamo a sottolineare che a Reggio c’è il centro Reggina calcio in cui lavorano 50 persone che preparano i ragazzi provenienti da tutta la Regione che amano il calcio, ma non solo: lo sport è educazione, è crescita, bisogna lavorare per pianificare un futuro degno per la Reggina calcio” ha concluso Falcomatà.