Reggina, stipendi pagati regolarmente. L’avvocato Panuccio: “adesso la Procura smetta di inseguirci”

Reggina, restituiti 10 punti di penalizzazione: adesso la squadra è di nuovo in corsa per la salvezza

Reggina Foti PanuccioLa Reggina torna in corsa per la salvezza dopo la restituzione di 10 punti di penalizzazione. Gli stipendi sono stati sempre pagati regolarmente in questa stagione, a conferma di quanto avevamo scritto negli ultimi mesi dopo aver verificato i fatti. L’avvocato Panuccio, legale del club, ai microfoni di StrettoWeb: “sono soddisfatto di questa sentenza, di puro diritto. Così la Procura la smette di inseguirci. La Reggina ha dimostrato ancora una volta che non ha violato alcuna norma. Per gli altri due punti non c’era nulla da fare perchè erano dovuti alla mancanza dei pagamenti dei contributi all’Irpef, ma questa sentenza conferma che la Reggina è in regola e ha pagato regolarmente anche tutti gli emolumenti“. La Procura Federale in questa stagione ha richiesto 20 punti di penalizzazione per la Reggina, ma 14 sono stati restituiti dagli organi superiori della giustizia sportiva dando ragione in toto alla linea del club sulla vicenda relativa agli incentivi all’esodo.

Per gli altri punti di penalizzazione, “non abbiamo fatto ricorso al Collegio di Garanzia del CONI perché non abbiamo ancora ricevuto le motivazioni della sentenza, e prima delle motivazioni non è possibile fare ricordo“. C’è il rischio, quindi, che tutto potrebbe slittare alla fine della stagione.