Reggina, dopo 29 anni finisce l’era Foti: una storia straordinaria, “ma il meglio deve ancora venire”

Reggina, arrivano gli australiani: Foti annuncia l’accordo “già raggiunto” per la cessione del 51% del club, la cordata guidata da Nick Scali verserà 2,5 milioni di euro per il 51% e ha programmato un investimento di 10 milioni per i primi tre anni

lillo fotiLa storia di Lillo Foti nella Reggina è praticamente identica a quella di Silvio Berlusconi nel Milan: entrambi hanno raccolto le ceneri di due società completamente allo sbando ed entrambi l’hanno fatto nel 1986, entrambi hanno guidato il rispettivo club in 29 anni di successi straordinari, che mai i tifosi di queste due squadre potevano neanche immaginare, entrambi stanno vendendo nel 2015 mentre la squadra sul campo sta raggiungendo il momento più profondo della loro gestione. Con le dovute proporzioni date dalla natura del Milan e della Reggina, la storia di Foti e Berlusconi è una storia che si sovrappone su due binari paralleli a quella delle creature che hanno fatto diventare grandi, la Reggina e il Milan.

reggina storiaLa Reggina è diventata il gioiello del Sud, in questi 29 anni ha disputato addirittura 9 stagioni in serie A e 13 in serie B, un club che prima del 1986 nella sua storia soltanto per 9 stagioni tra 1965 e 1974 aveva militato in serie B e per il resto aveva sempre arrancato nelle categorie inferiori. A Reggio addirittura lo stadio è intitolato al Presidente Oreste Granillo che appunto portò la squadra in serie B guidando il club dal 1960 al 1976.

trofei milan berlusconiIl Milan, allo stesso modo, con Berlusconi è diventato il club più titolato del mondo: in questi 29 anni ha vinto 8 scudetti, 5 Champions League, 6 Supercoppe Italiane, 5 Supercoppe Europee, 3 Coppe del Mondo per club. Una storia assolutamente imparagonabile al Milan pre-berlusconiano, nato nel 1899 e capace di vincere in 87 anni “appena” 10 scudetti, due Champions League, una Coppa del Mondo per Club e due volte il campionato di serie B.

nick scali (3)Adesso siamo a fine aprile 2015 e sia per la Reggina che per il Milan sono giorni decisivi per la cessione del club: Foti sta vendendo la proprietà della Reggina ad un gruppo di imprenditori italo-australiani, nati in Calabria e poi emigrati da giovani in Australia dove hanno costruito un impero, guidato dal ricchissimo Nick Scali (nella foto). L’accordo è già stato raggiunto e per la ratifica ufficiale dovrebbe essere questioni di giorni. Berlusconi, invece, deve decidere se vendere al magnate thailandese Bee Taechaubol o al cinese Mister Lee.

granillo05Dopo 29 anni, quindi, si conclude una storia straordinaria: per il Milan finisce l’era Berlusconi, per la Reggina finisce l’era Foti. Una storia di successi incredibili, impensabili, che hanno portato Reggio Calabria  ai vertici del calcio nazionale. Ma per Lillo Fotiil meglio deve ancora venire“. A margine della conferenza stampa di stamattina, infatti, abbiamo chiesto a Foti il ricordo più bello di questi 29 anni di storia. Ha iniziato a pensare, vedevamo i suoi occhi riempirsi di lacrime. Poi ha dichiarato: “il ricordo più bello è quello che deve ancora venire. Io sono un tifoso di questa squadra, mio padre mi portava allo stadio la domenica, io tifo Reggina, sono sempre stato e rimango un tifoso della Reggina. La soddisfazione più bella è poterle garantire un futuro così prestigioso. E’ come un padre, che quando vede crescere suo figlio può avere tante soddisfazioni, ma poi la più bella è quando quel figlio è cresciuto talmente tanto che si sgancia, diventa autonomo e continua ad avere successo con le proprie forze. Il mio ricordo più bello è quello che verrà domani: vedere una Reggina grande, forte e autorevole per  la quale continuerò a gioire come tifoso“.

Scommetti con William Hill ed ottieni un bonus di 100 euro

william hill logo