Processo Scajola: funzionario della Dia depone sulle aziende di Matacena

Processo Scajola: illustrati da un investigatore della Dia di Reggio i rapporti tra le aziende dell’ex deputato Matacena

ministro_claudio_scajolaI rapporti tra le aziende dell’ex deputato di Forza Italia Amedeo Matacena sono stati illustrati da un investigatore della Dia di Reggio Calabria, Antonio Condello, nel corso del processo che vede imputato l’ex ministro dell’Interno, Claudio Scajola, e Maria Grazia Fiordelisi, accusati di inosservanza della pena nei confronti dell’armatore reggino. Matacena si trova a Dubai dopo la condanna a tre anni per concorso esterno in associazione mafiosa. L’accusa sostiene che Scajola e la moglie di Matacena, Chiara Rizzo, si sarebbero attivati per far trasferire l’ex parlamentare da Dubai a Beirut ed avrebbero tentato di schermare le aziende per evitare eventuali sequestri patrimoniali. Nel corso della deposizione l’investigatore della Dia ha illustrato anche le indagini compiute nei confronti dell’ex ministro dell’Interno. Condello ha fatto riferimento anche ad alcune intercettazioni delle quali la difesa di Scajola ha sostenuto l’inutilizzabilita’, eccezione che e’ stata rigettata dai giudici del tribunale di Reggio Calabria. Al termine dell’udienza il processo e’ stato aggiornato al 29 aprile prossimo.