Palizzi (Rc): una frana ha isolato parte dei cittadini. La lettera del comune alle istituzioni

frana_2Di seguito la lettera del comune di Palizzi, nel reggino, in cui si chiede sostegno alle istituzioni provinciali per risolvere il problema di una frana che isola parte dei cittadini:

Premesso che, in data 14/03/2015, il sottoscritto, n.q. di Autorità Comunale di Protezione Civile, ha emesso l’Ordinanza n. 06, disponendo la chiusura dal transito veicolare della Sp 104 in dism. in località Ponte fiumara Palizzi, ciò a seguito dell’evento franoso che ha interessato la sede stradale in parola, in seguito a forti e persistenti fenomeni temporaleschi

Premesso, inoltre, che a detta Ordinanza, a fatto seguito quella della Provincia di Reggio Calabria, n. 53 del 19/03/2015, che ne ha disposto la chiusura al traffico veicolare e pedonale, fino al ripristino delle normali condizioni di sicurezza e di transitabilità dell’arteria stradale in argomento.

Considerato che l’ASE ha provveduto all’apposizione di cartelli stradali di idonea segnaletica, nonché a ridurre il cono di deiezione dei detriti sulla sede stradale.

Considerato, inoltre, che, nel lasso di tempo intercorso dall’evento ad oggi, non si sono più verificati precipitazioni e il movimento franoso si è stabilizzato.

Visto il grave disagio che la popolazione insediata al di là della frana sta subendo, a causa dell’inibizione al transito,che non permette: a scolari e studenti di raggiungere l’area di carico e scarico del pulmino scolastico;
il governo degli armenti e delle aziende agricole, in particolare quelle vitivinicole;
lo svolgimento delle quotidiane attività legate al raggiungimento dell’unico negozio di alimentari, nonché della farmacia;
l’IMPOSSIBILITA’ di raggiungere in urgenza ed emergenza ammalati, sia dalla guardia medica, localizzata al di qua della frana, ed ancor meno da mezzi di soccorso.

Quanto sopra premesso e considerato, si chiede all’Amministrazione provinciale e, attraverso essa, al Dirigente del Settore viabilità, ing. Domenica Catalfamo, di riformare l’Ordinanza n. 53/2015 per un immediato intervento di riduzione dell’area stradale inibita al transito, tanto da permettere la riapertura della strada al transito almeno ai mezzi di soccorso e di emergenza.