Milazzo, assolti dall’accusa di stupro tre minorenni: la ragazzina era consenziente

Per il collegio la violenza di gruppo non è stata perpetrata perché la ragazzina non ha subito pressioni fisiche o psicologiche

giustiziaSono stati assolti dall’accusa di violenza sessuale di gruppo i tre minori portati in tribunale per una vicenda risalente al 2011. Matteo P., Marco P. e Bel H.S. erano stati accusati di stupro ai danni di una ragazzina di 13anni originaria di un paesino della Valle del Mela. La dirigente dell’istituto scolastico era infatti venuta a conoscenza di alcune foto che circolavano in rete e che ritraevano genitali maschili disegnati sull’addome e sulle spalle della ragazza. Immediatamente erano stati sollecitati i servizi sociali e la ragazzina aveva confidato di aver avuto rapporti con diversi ragazzi. Nessuna pressione psicologica, però, sarebbe stata ravvisata nelle numerose perizie: l’avvocato Fabrizio Formica, legale dei tre giovani, ha potuto così dimostrare come gli imputati avessero effettivamente avuto dei rapporti, ma con una ragazza consenziente, non avendo commesso abuso o costretto la partner a violenze di ogni sorta.