Messina, scandalo Gettonopoli: una nota del 2010 dettava le regole ignorate dal Consiglio

La circolare che faceva chiarezza era stata firmata dall’allora dirigente Mauro

aula palazzo zancaMentre a Palermo Crocetta naufraga proprio su quel disegno che avrebbe dovuto sanare le criticità emerse con Gettonopoli, a Messina riesplode la polemica. Domani, infatti, arriverà a Palazzo Zanca Angelo Sajeva, l’ispettore inviato dalla Regione per verificare le anomalie nell’elargizione delle indennità. Fra le carte che Sajeva dovrà verificare c’è anche una nota, firmata dall’allora dirigente Giuseppe Mauro, che metteva per iscritto la necessità di non corrispondere gettoni in caso di conferenze di capigruppo o di sedute deserte di Consiglio e commissioni. La nota risale al 2010 eppure da allora rimase sostanzialmente lettera morta.