Messina, porto di Tremestieri: fra 10 giorni il progetto definitivo, ma servono i poteri speciali

Ieri l’incontro al Comune fra Amministrazione, Autorità Portuale e Coedmar per discutere il futuro dello scalo

tremestieriDieci giorni: questo è il lasso temporale che la Coedmar ha chiesto per poter consegnare il progetto definitivo sul Porto di Tremestieri. L’impresa, che si è aggiudicata l’appalto per 80 milioni, ha promesso di procedere speditamente, intervenendo anzitempo per rimuovere i metri cubi di sabbia ancora presenti in loco dopo le sciroccate delle scorse settimane.

Per la Giunta erano presenti al vertice il sindaco, Renato Accorinti, il segretario generale del Comune, Antonio Le Donne, e l’assessore ai lavori pubblici Sergio De Cola. E proprio a Palazzo Zanca spettano adesso i compiti più importanti, quelli di regia sotto il profilo politico: sì, perché se non si sblocca l’impasse burocratica, se cioè non si riescono a strappare i poteri speciali, l’iter potrebbe complicarsi. Bisogna procedere velocemente: è stata questa l’unica richiesta dell’impresa. Una richiesta abbondantemente condivisa dal Sindaco, il quale ha tutto l’interesse a presentare alla città risultati certi e tangibili.

Per quanto concerne la concessione dell’area portuale di Tremestieri, l’apertura delle buste è stata rinviata per motivi tecnici: in tal senso Di Sarcina ha assicurato che dopo Pasqua si procederà come da intese.