Messina, il palazzo perde pezzi ma nessuno mette la strada in sicurezza

Polemica a Salice sul crollo di Palazzo Pettini: nel mirino l’Amministrazione

palazzo pettini saliceSe vien giù la facciata di un palazzo storico e nessuno interviene per mettere in sicurezza la strada, ovviamente scatta la rabbia dei cittadini: è quanto avvenuto nel villaggio di Salice, dove una delegazione di abitanti ha denunciato la noncuranza del Comune dopo il crollo della facciata di Palazzo Pettini.

Tale edificio, proprietà di alcuni privati, da tempo mostrava crepe preoccupanti, tanto che in seno alla VI Circoscrizione diverse lettere di denuncia erano state regolarmente protocollate, per non parlare delle comunicazioni inoltrate alla Protezione Civile, alla Prefettura ed ai Vigili del Fuoco. Un calvario di denunce lungo sei anni, con buona pace dell’incolumità pubblica, messa a repentaglio dall’incuria e dalle distrazioni degli enti preposti alla tutela della sicurezza.

Ricordando come, secondo la normativa vigente, l’intervento debba essere fatto dal Comune e addebitato in un secondo momento ai proprietari, i residenti di Salice hanno chiesto un incontro al primo cittadino. Dopo ore di attesa, però, l’incontro non c’è stato, così stanchi di aspettare nei corridoi di Palazzo Zanca hanno deciso di rivolgersi ai giornali.