Messina, pagano le bollette ma gli tolgono l’acqua: “una situazione paradossale”

Libero Gioveni denuncia alcune anomalie nell’erogazione del servizio idrico in città

carenza-dacquaAvevano regolarmente pagato l’acqua, eppure l’Amam ha sospeso il servizio. Possibile? Assolutamente sì, secondo il consigliere comunale Libero Gioveni. L’esponente dell’Udc ha infatti evidenziato come alcuni condomini dispongano di un unico contatore, ricevendo una maxi bolletta che poi va ripartita secondo le quote millesimali. “Il problema – spiega l’esponente del consesso civico – sta nel fatto che non tutte le famiglie residenti in questi stabili versano la loro quota pro-capite, per cui si accumulano nel tempo delle consistenti morosità che l’Amam deve necessariamente e legittimamente far rientrare“. Evidenziando questa anomalia, lo stesso Gioveni propone di aggiornare il sistema, installando singoli contatori per l’utenza: una richiesta, però, osteggiata da alcuni condomini che alimentano la farraginosità del sistema. Da qui l’esigenza di discutere e affrontare il caso in Commissione Bilancio, alla presenza del presidente e del direttore generale dell’Amam.