Messina, messa in sicurezza dei villagi nella zona sud: lavori appaltati, ma è tutto fermo

Dal primo quartiere l’appello al Sindaco: dopo nove mesi è ora di muoversi

palazzo_zanca6_quimessinaSono stati stanziati 700mila euro per la sicurezza di Mili San marco e 500mila per Santo Stefano di Briga. Lavori pubblici finanziati ed appaltati, che non riescono ad essere cantierabili: la denuncia viene dal presidente della Prima Circoscrizione, Vincenzo Messina, e concerne le criticità rilevate sul territorio. Dopo nove mesi ancora nulla si muove, nonostante i lavori siano considerati d’urgenza. “Sembrerebbe – aggiunge il presidente del quartiere – che gli uffici del Comune di Messina abbiano riscontrato delle difficoltà nell’acquisire le aree interessate ai cantieri, in quanto i funzionari delegati avrebbero un carico di lavoro notevole”. Da qui l’invito al sindaco Accorinti affinché attivi le procedure di verifica e smuova le sabbie mobili della burocrazia.