Messina: disposto il sequestro del corpo della 56enne deceduta inspiegabilmente al Policlino

E’ stato trasferito all’ospedale “Papardo” il cadavere della casalinga 56enne deceduta lo scorso 16 Aprile al Policlinico: la famiglia ha presentato denuncia ai carabinieri per fare chiarezza sulla vicenda

ospedale-papardo-messinaE’ morta a 56 anni davanti alle due figlie di 19 e 15 anni che nulla hanno potuto fare per cercare di salvare la madre. La casalinga Concetta Fiumanò è morta il 16 Aprile scorso al Policlinico di Messina “Gaetano Martino”, per cause ancora da accertare. La magistratura ha disposto il trasferimento del cadavere nell’obitorio dell’ospedale Papardo, provvedimento necessario dopo la denuncia fatta dai familiari nelle ore successive al decesso. Il marito e le figlie infatti hanno ritenuto necessario avviare un iter giudiziario sulla vicenda posto che la loro congiunta, secondo questi,  è spirata inspiegabilmente. La famiglia, oltre al proprio avvocato, Giuseppe Zanghì, ha nominato anche il proprio medico legale che seguirà l’autopsia sul cadavere della donna a loro tutela. Le responsabilità per il decesso della donna sono ancora tutte da accertare ed ad oggi nessuno risulta iscritto nel registro degli indagati.