Messina, un altro clamoroso autogol sui servizi sociali: in fumo 1,7 mln di euro

La Regione revoca lo stanziamento ma l’assessore competente ha già pronta la contromossa

ass. nino mantineoLe richieste di dimissioni nei confronti dell’assessore Nino Mantineo si sono susseguite ciclicamente nel primo anno e mezzo di Amministrazione Accorinti, eppure il sindaco è sempre stato chiaro: Mantineo gode della sua fiducia pertanto non si tocca. Eppure la poltrona dell’assessore ha traballato non poco dopo la perdita del finanziamento di 80mila euro destinato agli asili comunali. Adesso l’ennesima bufera potrebbe abbattersi sull’esponente della Giunta: Messina, infatti, ha perso 1,7 milioni di euro destinati alla città dal Piano di Zona. Fondi regionali previsti dalla legge 328 ,che Palermo ha deciso di riprendersi stante il mancato utilizzo da parte di Palazzo Zanca. Il finanziamento, infatti, è stato congelato per tre anni ed il mancato impiego dell’esborso nei tempi previsti ha portato la Regione alla clamorosa revoca. Mantineo, però, non sembra aver assunto un atteggiamento remissivo: è convinto di poter riottenere la cifra agognata grazie al dettato del decreto originario. Esso prevedeva una forma di ricorso delle municipalità basato sulla dimostrazione, documenti alla mano, di aver già disposto lo stanziamento delle somme in questione.