Messina, Cacciola ritorna dagli Stati Generali della Mobilità: il Governo vuole aree pedonali e piste ciclabili

L’assessore messinese, impegnato nella tre giorni emiliana, rinnova la sua mission: liberare i messinesi dalla dipendenza d’automobile

Isola CairoliSi sono conclusi a Bologna i lavori degli “Stati generali della mobilità nuova”, cui ha partecipato l’assessore alla Mobilità e Trasporti, Gaetano Cacciola. Un piano nazionale del Governo per la mobilità urbana che metta al centro un programma a favore del trasporto pubblico e dei pedoni: questa la sintesi delle giornate di lavori dei cinque tavoli tematici che hanno dibattuto, dal 10 al 12 aprile scorsi, di città, spazio pubblico, sicurezza, infanzia e turismo. “Sono stati tantissimi gli spunti utili anche alla nostra realtà – sottolinea l’assessore Cacciola – ma soprattutto abbiamo avuto la conferma che la nuova economia si basa sul rispetto degli standard ambientali, come ha chiaramente indicato il ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, sottolineando alcune priorità su cui il Governo intende muoversi: rinnovamento dei mezzi pubblici, finanziamento della mobilità locale, opere diffuse per pedoni, ciclisti e trasporto pubblico. Per quanto attiene alla sicurezza, abbiamo avuto conferma che l’avere ripreso a Messina i progetti per la moderazione del traffico nelle zone centrali, la progettazione di rotonde e altri accorgimenti, va nella stessa direzione della filosofia di lavoro del Governo, rendere le città vivibili per il cittadino invece che drammaticamente dipendenti dalle automobili. Tra le iniziative annunciate di particolare interesse – prosegue Cacciola – si evidenziano la previsione di incentivi di natura fiscale per le aziende che promuovono l’utilizzo dei mezzi pubblici o della bicicletta per gli spostamenti casa-lavoro, nonché l’adozione del sistema ISA (Intelligent Speed Adaptation) come standard di sicurezza per il controllo e la limitazione della velocità delle automobili. E’ stato previsto anche il nuovo finanziamento del fondo per la mobilità sostenibile che ha già consentito all’Amministrazione comunale di Messina di acquisire autobus a basso impatto ambientale. La tre giorni di Bologna – conclude l’assessore alla Mobilità – è stata certamente un’occasione di utili confronti che ci confermano la necessità di andare avanti nella direzione intrapresa fin dall’insediamento di questa Giunta“. A margine degli incontri, gli assessori alla mobilità dei Comuni di Roma, Milano, Torino, Bologna e Messina hanno sottoscritto una richiesta di incontro al neo ministro delle Infrastrutture, Graziano Del Rio, per definire ulteriormente gli esiti delle sessioni di lavoro.