Messina, arriva il presidente nazionale del movimento nonviolento: le iniziative in città

La giunta Arcobaleno accoglie Mao Valpiana e rilancia il disegno di legge sulla nonviolenza

nonviolenza messinaHanno preso il via stamani, mercoledì 15, le iniziative organizzate in occasione della presenza a Messina di Mao Valpiana, presidente nazionale del Movimento nonviolento, per la raccolta firme relative alla proposta di legge di iniziativa popolare “Istituzione e modalità di finanziamento del Dipartimento della Difesa Civile non armata e nonviolenta”, promossa dalla campagna “Un’altra difesa è possibile”.

In programma sino alle ore 13, al Palacultura, un incontro con gli studenti di scuole superiori e università, con moderatrice Palmira Mancuso, e gli interventi dell’assessore alla Pubblica Istruzione, Patrizia Panarello, su violenza e non violenza dal punto di vista dell’economia e dell’ecologia; di Giuseppe Restifo e Pierpaolo Zampieri, sullo stesso tema affrontato rispettivamente in chiave storica e sociologica; Francesca Altamore, sul progetto Codice Rosa Bianca per le violenze domestiche e familiari; e rappresentanti della cooperativa sociale Lilium, sul teatro dell’oppresso.

Dalle 16.30 alle 19.30, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, un dibattito rivolto alla cittadinanza, alla presenza del Gruppo CNV, del commissario di Messinambiente, Alessio Cacci, di Tonino Cafeo e Giovanni Raffaele. Per riflettere sul contrasto alla violenza, ad entrambi gli incontri con il presidente Valpiana, partecipa il sindaco, Renato Accorinti.

La campagna, proposta a Verona dalla Conferenza Nazionale Enti di Servizio Civile, dal Forum Nazionale per il Servizio Civile, dalla Rete della Pace, dalla Rete Italiana per il Disarmo, da Sbilanciamoci! e dal Tavolo Interventi Civili di Pace, è stata avviata a livello nazionale il 2 ottobre 2014. E’ un disegno di legge di iniziativa popolare, cui la Giunta comunale ha ufficialmente aderito, che può dare concretezza alle lotte e ai sogni di molti che, nel corso della storia, hanno creduto in un’alternativa possibile al modello sociale, economico e politico basato sulla legge del più forte e sulla violenza.

Nel pomeriggio in scaletta l’intervento sulla Comunicazione Nonviolenta (gruppo CNV), una riflessione storica (prof. Raffaele), una testimonianza sull’obiezione di coscienza (Tonino Cafeo) ed una su Danilo Dolci (Alessio Ciacci).

L’incontro di stamani è accompagnato da momenti musicali curati dagli studenti, mentre quello pomeridiano da brani musicali e dalla lettura di testi poetici e teatrali, a cura di  Sefora Adamovic, Sandra De Dominici e Cesare Orecchio. La giornata si conclude alle 19,30, a Piazza Unione Europea, con l’ora di silenzio per la Pace, che si celebra ogni mese, da ottobre 2014, in una piazza cittadina. I moduli di raccolta firme sono disponibili all’ufficio elettorale del Comune sino al 3 maggio.