Messina, cinque anni per concussione: arriva la condanna per l’ex presidente dell’EASA

La Corte infligge una dura pena a Benito Santalco, finito nella tempesta giudiziaria nel lontano 2001

tribunale messinaL’ex presidente provinciale del patronato EASA, Ente Assistenza Sociale per gli Artigiani, è stato condannato stamane a cinque anni e mezzo di carcere. La seconda sezione penale del Tribunale di Messina è stata inflessibile: secondo l’accusa, Benito Santalco – oggi 75enne – avrebbe minacciato un dipendente del proprio patronato per almeno un quinquennio, costringendolo con pratiche concussorie a versargli mensilmente un importo di 258 euro. Santalco, al momento dell’illecito, era anche membro del Comitato Nazionale di solidarietà per le vittime di estorsione ed usura.