Messina, 9 mila interventi del Pronto Soccorso: “il Piemonte non può essere chiuso”

La Uil snocciola i dati relativi all’attività del nosocomio di Viale Europa

manifestazione piemonte (27)Sono circa 9mila le prestazioni di Pronto Soccorso offerte dall’Ospedale Piemonte fra gennaio e marzo del 2015. A questi vanno aggiunti 600 ricoveri e 317 nascite. I dati, offerti dalla Uil Fpl, rivelano l’attività del presidio sito nel centro cittadino e forniscono l’occasione al sindacato per attirare nuovamente l’attenzione sul nosocomio di viale Europa: “Poiché i manager devono confrontarsi con i numeri, bisogna dimostrare come i numeri del Piemonte boccino impietosamente le scelte di chi ha deciso di chiudere questo ospedale, ancor di più oggi che si sta lavorando sottotraccia per dare vita alla fusione con l’IRCSS. Una fusione, peraltro auspicata anche dal nostro sindacato, ma non nei termini che stanno decidendo i manager delle rispettive aziende“. Non manca, infine, una stoccata al sindaco, Renato Accorinti, rimasto silente di fronte alla crisi denunciata dai lavoratori: “deve comprendere che siamo di fronte a un’emergenza di carattere sociale. Lo invitiamo a mettere in campo le stesse forze impiegate per combattere il passaggio dei Tir in città, dimostrando di essere un uomo veramente libero, prima di essere il sindaco di Messina“.