Lavori su viadotto Gallico, l’Associazione dei Comuni dello Stretto ad Anas: “attivare turni di lavoro che coprano le 24 ore”

Foto Viadotto GallicoUna richiesta precisa quella che i Sindaci dell’Associazione dei Comuni dell’Area dello Stretto hanno voluto fare all’Anas al fine di accelerare la definizione dei lavori sul viadotto svincolo Gallico A3, chiedendo l’attivazione di turni di lavoro che coprano le 24 ore.  “I lavori sul tratto autostradale in questione stanno provocando grossi disagi alla circolazione – afferma il Presidente dell’Associazione e Sindaco di San Roberto, Roberto Vizzari – ed è superfluo sottolineare le enormi difficoltà cui devono sottostare i cittadini per svolgere le loro attività. Nelle ore di punta, in particolare, la situazione è sconcertante”. “Inoltre – continua lo stesso – i percorsi alternativi previsti non risultano sufficienti a smaltire il traffico, mettendo a rischio anche l’incolumità delle persone nei casi di emergenza”. Per questo la mozione, deliberata all’unanimità, è stata già inviata all’Anas al fine di “mettere in atto tutte le attività necessarie per ridurre al massimo i tempi, certi della comprensione e della disponibilità a risolvere il problema”. In una seconda mozione poi, inviata sempre alla società Anas, l’Associazione dei Comuni chiede “di voler accogliere l’istanza di intitolazione di una delle nuove gallerie dell’A3 del tratto Bagnara-Villa San Giovanni, presentata dalla vedova del compianto operaio scillese Serafino Sciarrone, deceduto sul lavoro all’età di 35 anni il 26/5/2012, per un crollo avvenuto all’interno della nuova galleria Pacì,  nell’ambito per l’appunto dei lavori di modernizzazione dell’Autostrada del 6’ macrolotto Bagnara-Scilla”.