La rivoluzione Reggina continua. Via Mercuri, al suo posto Posillipo

Continuano gli esoneri in casa Reggina. Dopo quelli a catena della prima squadra, adesso tocca al settore giovanile con l’allontanamento di Agostino Mercuri

RegginaContinuano gli esoneri in casa Reggina. Dopo quelli a catena della prima squadra, adesso tocca al settore giovanile con l’allontanamento di Agostino Mercuri fino a domenica delle Palme responsabile tecnico dei Giovanissimi nazionali. Il navigato allenatore della Piana dopo 8 anni di militanza, nonostante la vittoria interna contro il Lamezia per 3-1, per divergenze non di natura tecnica con la società è stato sollevato dal l’incarico. Al neo responsabile dell’area tecnica Aldo Cerantola non sono andati giù alcuni comportamenti dell’ex allenatore, contrari a quei valori etici e morali che la Reggina cerca da sempre di inculcare ai propri tesserati. Alla ripresa degli allenamenti il duo Cerantola-Laiacona, ha deciso di affidare la squadra, composta da ragazzi nati nel 2000, a Dino Posillipo. Così dopo 16 anni di attività di base nella società di via delle Industrie partendo dai pulcini sino ai giovanissimi regionali, per il reggino è arrivato il giusto riconoscimento da parte del club con la promozione a responsabile dei Giovanissimi nazionali. A 2 partite dal termine, la trasferta di Trapani e la sfida interna 7 giorni dopo con il Crotone, per gli amaranto sarà difficile entrare tra le prime 4 nella griglia dei playoff, anche perché il Catania dista 3 lunghezze e i confronti degli etnei sono sicuramente più abbordabili. Da ricordare che Posillipo all’inizio della stagione ha fatto parte dello staff di Ciccio Cozza ed è da considerarsi un uomo Reggina.