Intercettazioni, Gratteri: “vietare i testi integrali nei provvedimenti”

Nicola-GratteriVietare l’inserimento del testo integrale delle intercettazioni nei provvedimenti dell’autorita’ giudiziaria ad eccezione delle sentenze “a meno che la riproduzione testuale non sia rilevante a fini di prova”. Lo propone – apprende l’ANSA – la Commissione per la revisione della normativa antimafia presieduta da Nicola Gratteri. Secondo il testo modificato proposto da Gratteri, all’articolo art. 271 c.p.p. “divieti di utilizzazione”, viene inserito il comma 4 che recita: “Nei provvedimenti dell’Autorita’ Giudiziaria, ad eccezione delle sentenze, e’ vietato l’inserimento del testo integrale di intercettazioni di conversazioni telefoniche o di altre forme di comunicazione, acquisite agli atti di un procedimento penale, a meno che la riproduzione testuale non sia rilevante a fini di prova”.