In Italia 1 gara su 3 è truccata, tra evasori e frodi la situazione è preoccupante

La guardia di Finanza  ha rilevato un quadro di un’Italia che è ancora vittima di evasioni fiscali e amministratori che frodano lo Stato: una gara d’appalto su tre è vinta in maniera illecita

gall_1426582939-giuardia-di-finanza-stemma-20150317_100206Il Generale  Savero Capolupo, nel rapporto annuale 2014, sottolinea l’importanza del ruolo della Guardia di Finanza in un Paese come l’Italia, dove gli evasori totali stimati ammontano ad 8.000 teste ( 1,2 miliardi di euro sequestrati per reati tributari e 13mila denunciati). In un’ Italia che ha dei dipendenti che continuamente truffano i cittadini rubando fondi nazionali e comunitari,  causando 4,1 miliardi di danni alle casse dello Stato, insieme alle  truffe del sistema sanitario e quello previdenziale. Senza contare il gingillo del Paese, la criminalità organizzata, alla quale la GdF è riuscita a sottrarre 4 miliardi di beni. Scandalose sono le cifre dei danni fatte a carico dello Stato: 4,1 miliardi tra frodi e sprechi. La Gdf ha scoperto che  1,3 miliardi di contributi, sono stati elargiti in maniera irregolare: 666 milioni erano dell’Unione europea e 618 di fondi nazionali. Anche la spesa previdenziale non è da meno, sono stati accertati frodi per  113 milioni e 141 milioni di frode alla spesa sanitaria. Ma i danni più gravi sono quelli fatti alla pubblica amministrazione, si è riscontrato infatti che su 220 gare pubbliche, per un valore complessivo di 4,6 miliardi,  più di 173, vale a dire una su tre per un valore di un miliardo e 793 milioni di euro, sono truccate, ma le Fiamme Gialle, si impegnano nella loro opera di pulizia e giustizia e nell’ambito delle moltissime inchieste aperte ci sono 933 denunciati e 44 arrestati.