Immigrati: “pronti a discutere con l’Italia”

Reuters

Reuters

Il governo di Tripoli, non riconosciuto dalla comunità internazionale, “e’ pronto a ricevere una delegazione del governo italiano per discutere del dramma della immigrazione illegale”. Lo affermano fonti governative dalla capitale libica interpellate da Aki- Adnkronos International sulla tragedia dei 700 profughi partiti dalla Libia e morti nel canale di Sicilia.

L’Italia ha cercato di mantenere il contatto “ufficioso” con i rivali del governo di Tobruk, riconosciuto internazionalmente, attraverso la sua sede diplomatica a Tripoli, ma e’ stata costretta a chiuderla a meta febbraio a seguito del peggioramento delle condizioni di sicurezza nella capitale libica