Giusy Versace testimonial dell’Happy Meal Sport Camp

giusy versaceGiusy Versace entra a far parte del team Happy Meal Sport Camp, il progetto di promozione dello sport e di corretti stili di vita promosso da McDonald’s e rivolto a bambini tra i 6 e i 12 anni.
L’iniziativa, che toccherà 30 città italiane e coinvolgerà 10 mila giovani, vedrà al fianco della Versace un team di grandi atleti, capitanati dalla medaglia d’oro nel nuoto ai Giochi di Sydney 2000 Massimiliano Rosolino. Gli altri compagni di squadra saranno la ginnasta Carlotta Ferlito, la judoka Edwige Gwend e il triathleta Alessandro Fabian.

Una squadra di campioni, presentati questa mattina a Palazzo Marino a Milano nel corso di una conferenza stampa e che in queste tappe rivestiranno l’importante ruolo di testimonial educativi nei confronti di tutti quei bambini che prenderanno parte all’Happy Meal Camp.

Il primo appuntamento che vede coinvolta Giusy Versace sarà sabato 18 aprile a Milano in Piazza del Cannone. Dalle 14.30 alle 18.30 verrà creato un vero e proprio villaggio dello sport, in cui saranno allestite le aree gioco dedicate al judo, all’atletica, al calcio, al volley, alla ginnastica, alla scherma, al basket, tennistavolo e ad altre attività ludico sportive come il calciobalilla.

La Versace, new entry di questo team, non nasconde il suo entusiasmo nel dialogare con i più piccoli e stimolare in loro curiosità e stupore: “Molto spesso ho a che fare con i bambini, sia sui campi di atletica sia per via del mia onlus, e in più di un’occasione mi sono resa conto di come siano delle spugne che assorbono tutto quello che dici e che fai. Sono ambasciatrice del progetto internazionale “Save the Dream” e a maggior ragione credo fermamente nell’importanza dei valori che lo sport può trasferire soprattutto ai più giovani: noi dobbiamo essere un esempio positivo per loro, sia con le nostre parole che con i fatti. La cosa che più mi piace – continua la Versace – è che i bambini non hanno pregiudizi e danno libero sfogo alle loro curiosità senza freni e timori. Durante gli allenamenti al campo di Vigevano, mi vedono più volte indossare e togliere le protesi da corsa e mi fanno un sacco di domande alle quali non mi sottraggo mai, perché la loro spontaneità è meravigliosa. Spero di essere all’altezza di questo team – conclude l’atleta paralimpica – e sono contenta che sia coinvolto anche il Centro Sportivo Italiano, per il quale sono testimonial e condivido progetti ed iniziative. Ai ragazzi dell’Happy Meal Sport Camp spero di trasmettere tutta la mia passione per l’atletica e di sensibilizzarli verso quei valori essenziali che aiutano a crescere e superare le difficoltà, come è accaduto a me. Aspetto, quindi, tutti sabato in Piazza del Cannone a Milano per una giornata piena di divertimento”.