Foggia-Reggina 3-2, Tedesco: “sono felicissimo, se giochiamo così vinciamo le ultime due. Ci crediamo”

Le dichiarazioni dell’allenatore della Reggina Giacomo Tedesco dopo la sconfitta di Foggia: “la papera di Kovacsik ci ha tagliato le gambe”

Giacomo TedescoLe dichiarazioni di Giacomo Tedesco dopo la sua prima da allenatore della Reggina a Foggia nella sala stampa dello stadio Pino Zaccheria: ”fa male perdere così per la prestazione che abbiamo fatto in campo. Ci ho creduto perché meritavamo di andare in vantaggio, ci siamo andati, e per un infortunio del portiere la partita ha avuto un risvolto negativo. Succede nel calcio: se non sbaglia qualcuno, i gol non si fanno. Sbagliano i calciatori, sbagliano anche i portieri. Stiamo qui a commentare gli episodi, come sempre: senza episodi negativi o positivi tutte le partite finirebbero 0-0. Oggi l’avevamo preparata bene per dare fastidio a questo Foggia, i ragazzi mi hanno seguito, sono contento. Peccato perché dovevamo chiuderla sul 3-1, non ci siamo riusciti nonostante le tante occasioni e poi abbiamo preso questo 2-2 che ci ha tagliato le gambe. In settimana c’è il ricorso e la restituzione dei punti di penalizzazione ci darebbe ancora una speranza di avvicinare la penultima. Speriamo, ma a prescindere dai punti, onoreremo il campionato fino alla fine perché questi ragazzi stanno dimostrando che quello che è successo in questa stagione non gli appartiene. Oggi i giovani hanno fatto una gran partita, purtroppo quando prendi un gol per una papera del portiere su un tiro da 30 metri, non puoi far nulla. Dispiace perché fino a quel momento il portiere non aveva subito un tiro. Dispiace per com’è andata. L’obiettivo è quello di disputare tre partite come oggi. La prima ci siamo riusciti. Il risultato dice che è andata male, ma loro devono dare il massimo, onorare questa maglia, perché lo sanno fare e l’hanno dimostrato oggi. Loro devono continuare a farlo. Oggi ho visto una squadra viva, che ha messo sotto il Foggia, che voleva fare risultato e lo meritava perché se l’avessimo chiusa sul 3-1 avremmo vinto. Dispiace perché i ragazzi avevano fatto una battaglia di grande sacrificio, sarebbe stata una grande vittoria che avrebbe alimentato le nostre speranze in vista dei punti che potranno essere restituiti. Se poi il Tribunale ci restituisce i punti, ci sarà ancora una fiammella che ci restituirà possibilità. Siamo tutti positivi in tal senso. Oggi m’è piaciuto tutto dei miei ragazzi. Abbiamo subito l’1-0 dopo un minuto, siamo ultimi in classifica con 14 punti di distacco dalla penultima a tre giornate dalla fine, chiunque sarebbe crollato e avrebbe preso una goleada. Noi abbiamo reagito, abbiamo avuto la forza di essere padroni del campo, non posso rimproverare nulla ai ragazzi. Abbiamo ribaltato il risultato, meritavamo di vincere, purtroppo non abbiamo avuto il cinismo di sfruttare le occasioni per fare il 3-1 che ci sono capitate. A tre partite dalla fine non mi aspettavo di essere chiamato in prima squadra, prima qualche pensierino ce l’avrei fatto, poi no. Ma quando Foti mi ha chiamato, ho detto subito si perché mi piacciono le sfide e mi piace mettermi in discussione. In un certo modo ci sono riuscito, perché oggi i ragazzi hanno dato prova di grande carattere. Sono contentissimo, perché se la Reggina gioca sempre così, ha molte possibilità di vincere le altre due partite. In tre giorni abbiamo preparato una partita perfetta, peccato solo per il risultato. Quello che è perduto è perduto, adesso aspettiamo il ricorso e poi si vedrà. Noi guardiamo solo al ricorso di martedì, ci potrebbe rimettere a 3, 4 o 5 punti dal Savoia, che oggi ha perso 1-3 in casa con la Lupa Roma. Siamo ancora lì e possiamo giocarsela, guardiamo solo al presente, oggi non ha senso pensare al futuro, quello poi si vedrà“.