Ennesimo dramma nel canale di Sicilia, nuovo naufragio di migranti: si temono 700 morti

Un peschereccio con a bordo migranti si è capovolto la scorsa notte nel Canale di Sicilia: si temono 700 morti

immigratiUn peschereccio con a bordo circa 700 migranti si e’ capovolto la scorsa notte nel Canale di Sicilia, a circa 60 miglia a nord della Libia. Un mercantile dirottato nella zona ha recuperato solo 28 superstiti, per cui si teme che il bilancio del naufragio sia di poco meno di 700 vittime. Dal peschereccio – secondo le prime informazioni – era stata lanciata ieri una richiesta di aiuto al centro nazionale soccorso della Guardia Costiera poiche’ era stato riferito che l’unita’ con circa 700 migranti a bordo, aveva difficolta’ di navigazione. La sala operativa del Comando generale delle Capitanerie di porto ha dirottato un mercantile portoghese, che giunto in prossimita’ del mezzo in difficolta’, ha visto il peschereccio capovolgersi. Sono iniziate frenetiche operazioni di soccorso che hanno consentito di recuperare 28 persone finite in mare.

Immigrazione: barcone in difficoltà, persone in mareE’ verosimile, secondo quanto si e’ appreso, che, alla vista del mercantile, i migranti si siano portati tutti su un lato del peschereccio, facendolo capovolgere. Nella zona sono stati dirottati numerosi altri mezzi che sono ora impegnati nelle ricerche di eventuali altri superstiti.

Un’imponente operazione di soccorso e’ in corso nel canale di Sicilia, a circa 60 miglia a nord della Libia, dove la scorsa notte si e’ capovolgo un peschereccio con un bilancio di circa 700 morti. All’operazione, coordinata dal centro nazionale soccorsi della Guardia Costiera, partecipano unita’ navali e aeree della stessa Guardia costiera, mercantili che sono stati dirottati in zona, e inoltre mezzi aerei e navali della marina militare e della guardia di finanza impegnati nell’operazione Triton dell’agenzia Frontex.